Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Tempo di lettura: 7 minuti

Come vendere su eBay 5 step per generare clienti in Italia e all’Estero

Per molti venditori, eBay è stata la porta d’ingresso nel mercato delle vendite online. Per altri, il punto di partenza per il passaggio alla vendita solo tramite il web. Ma come funziona? Vediamolo nella nostra guida
Tempo di lettura: 7 minuti

Come vendere su eBay 5 step per generare clienti in Italia e all’Estero

Per molti venditori, eBay è stata la porta d’ingresso nel mercato delle vendite online. Per altri, il punto di partenza per il passaggio alla vendita solo tramite il web. Ma come funziona? Vediamolo nella nostra guida

Molte storie di venditori di successo iniziano un po’ per caso. 

Come Giuseppe, meccanico della provincia di Oristano, che ha iniziato la sua avventura su eBay vendendo ricambi usati. Oggi la sua attività è cresciuta, si è specializzato sui ricambi e ne spedisce centinaia al mese in tutto il mondo.

Ma come è iniziata questa attività?
Come è riuscito Giuseppe a creare un account eBay di successo?

Innanzitutto partiamo dal presupposto che eBay è una piattaforma facile da usare, anche per chi è alle prime armi. NON ci sono software complicati da imparare e il bacino di utenza, in tutto il mondo, è assolutamente interessante: si stimano quasi 200 milioni di utenti attivi. Che potenzialmente potrebbero comprare i tuoi prodotti.

In questa guida voglio descriverti i primi passi da intraprendere per iniziare a vendere su eBay, 5 step fondamentali che ti aiuteranno a vendere online in modo professionale.

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Attraverso la nostra newsletter, più di 5.000 #automatikers stanno scoprendo il lato automatico del business e della vita. Che dici, ti unisci a noi? ❤️

Step 1: Come creare un account eBay

Cominciamo dal principio.

Creare un account eBay è una delle operazioni più semplici del mondo!
Innanzitutto collegati al sito www.ebay.it. Clicca in alto a destra sul tasto Registrati

come vendere su ebay

Qui dovrai fare la tua prima scelta: sei un venditore occasionale o un venditore professionale?

Se hai un’attività già avviata ti consiglio di scegliere la registrazione di un account aziendale.
Se invece sei un privato alle prime armi che vuole prendere dimestichezza con la piattaforma, procedi pure con una registrazione come privato: potrai sempre trasformare successivamente il tuo account di vendita in professionale.

Dopo ti verrà richiesto di creare un ID utente. Questo non è rilevante ai fini della ricerca ma ti consiglio di scegliere un ID che abbia un senso semantico: meglio il nome della propria attività, piuttosto che una sequenza casuale di numeri e lettere, non credi?

I passaggi che seguono sono molto intuitivi: basta compilare tutti i campi richiesti, inserire i codici di verifica che verranno inviati via mail, il metodo di pagamento sul quale ti verranno accreditate gli introiti delle vendite e il gioco è fatto. A proposito del metodo di pagamento, mi raccomando: deve essere intestato al proprietario dell’account.

Step 2: Vendere su eBay

La cosa bella di eBay è che puoi iniziare a vendere subito.
La piattaforma è già “pronta all’uso” senza interminabili controlli, carte di credito obbligatorie, ecc.

Basta cliccare su Vendi in alto a destra per cominciare a creare le tue inserzioni.

Ti si aprirà una schermata iniziale dove digitare il titolo della tua inserzione: puoi cominciare anche con una sola parola e cliccare su Inizia oppure, se stai mettendo in vendita un oggetto che è già presente su eBay, avrai la possibilità di selezionarlo e utilizzare la foto e parte della descrizione. 

Io consiglio sempre di creare un’inserzione ex novo e di scattare nuove foto per distinguersi dagli altri venditori. 

Sarà la schermata successiva il cuore della tua inserzione.
Qui dovrai compilare dettagliatamente tutti i campi e fare una serie di operazioni fondamentali.

Step 3: Creare un’inserzione su eBay

Questa è la fase più delicata, una buona inserzione parte dal principio.

Innanzitutto dal titolo. Probabilmente, se sei un commerciante con vendita diretta, potrai pensare che il titolo sia il posto dove inserire messaggi promozionali come “sottocosto”, “spedizione gratuita” o dare attributi di valore al tuo oggetto come “bellissimo”, “raro” e via dicendo… Assolutamente no!

Il titolo per eBay è lo strumento che l’algoritmo utilizza affinché i potenziali clienti trovino quello che stanno cercando. Si basa sul principio delle parole chiave, cioè tutti quei termini che vengono utilizzati per cercare un determinato prodotto. Un buon titolo contiene il maggior numero di parole chiave relative a quell’oggetto, i suoi sinonimi e le sue caratteristiche principali.

💡 Quello delle parole chiave di ricerca, è un discorso strettamente collegato alle dinamiche della SEO per Google o altri motori di ricerca. Se Vuoi approfondire l’argomento, eccoti il video che fa proprio al caso tuo! ⬇️⬇️⬇️

Utilizza tutti gli 80 caratteri a disposizione e non usare tecnicismi: il codice prodotto, ad esempio, è un’informazione inutile nella maggior parte dei casi.

Il passo successivo è la scelta della categoria.
Questo è un altro step fondamentale nella creazione di una buona inserzione su eBay. Potrai notare che è già la piattaforma stessa che ti darà dei suggerimenti in base a quello che hai inserito nel titolo. Tuttavia è sempre bene controllare quale sia quella più pertinente.

Se sei alle prime armi ti consiglio di cliccare su Naviga tra le categorie in modo che tu possa avere una panoramica generale su tutte le categorie disponibili e scegliere quella più adatta.

La prima categoria è gratuita, ma c’è la possibilità di aggiungerne una seconda a pagamento.

come vendere su ebay

Il terzo passaggio per la creazione di un’inserzione eBay è il caricamento delle foto. eBay suggerisce di caricarne 12.

Già questo dovrebbe far capire l’importanza delle immagini per concludere una vendita. La dimensione deve essere quadrata, non meno di 500×500 pixel. Immagini di buona qualità, con fondi chiari e che abbiano un aspetto professionale e non da “svuota cantina” ti daranno sicuramente più chance di vendita. 

Fotografa i tuoi oggetti da tutte le angolazioni, soprattutto se sono usati concentrati sugli eventuali difetti e usure, in modo che l’acquirente sia consapevole di cosa sta comprando senza brutte sorprese.

Nella descrizione hai la possibilità d’indicare tutte le informazioni utili all’utente: mi raccomando non inserire email, metodi di pagamento alternativi o indicazioni per concludere la transazione fuori da eBay, promettendo sconti aggiuntivi. L’elusione delle tariffe è ovviamente vietata e corri il rischio reale che la tua inserzione venga chiusa. 

Asta o prezzo fisso?

eBay nasce come una piattaforma dedicata alle aste.
Gli utenti più “anziani” ricorderanno sicuramente le interminabili nottate passate a rilanciare il prezzo per accaparrarsi pezzi unici da collezione. Nel tempo la piattaforma è cambiata molto: sicuramente a oggi le inserzioni più diffuse sono quelle Compralo Subito a prezzo fisso.

Il passaggio successivo è la durata dell’inserzione che ti consiglio di lasciare senza scadenza.
Questo, in caso di vendite, ti permetterà di acquisire rilevanza e scalare le posizioni di ricerca. Ovviamente non è l’unico fattore rilevante ma, ricorda, quando un’inserzione viene chiusa e riaperta o se ci sono modifiche nel titolo perde tutto lo “storico” fino a quel momento acquisito e di conseguenza anche la rilevanza.

Step 4: Sponsorizzare un’inserzione eBay

eBay a settembre 2021 ha annunciato a tutti i suoi venditori che presto ci saranno importanti cambiamenti sulle sponsorizzazioni. 

A oggi è presente un sistema di promozione degli annunci su base percentuale: il venditore sceglie che quota versare a eBay (oltre le commissioni) e in cambio riceve più visibilità. L’addebito avviene solo a vendita conclusa.

Personalmente lo considero un meccanismo un po’ perverso. Anche perché, soprattutto i venditori alle prime armi, tendono a eccedere con le percentuali sperando in un riscontro facile e veloce e non si rendono conto che il margine di guadagno si riduce sempre più.

Da ottobre 2021 partirà una versione beta delle sponsorizzate, basate sul concetto di parola chiave che non funzioneranno più su una percentuale trattenuta solo in caso di vendita ma con un costo per clic.
Questo nuovo tipo di pubblicità andrà a sommarsi alle sponsorizzate standard attualmente in vigore. Non sono ancora uscite le linee guide ufficiali, ma sicuramente questo tipo di sponsorizzate rappresenta una vera e propria rivoluzione per la piattaforma di eBay.

Per distinguere un’inserzione sponsorizzata, come per altre piattaforme, comparirà nei risultati di ricerca la dicitura “Sponsorizzato” come mostrato in questa immagine di seguito.

Mi raccomando: è inutile sponsorizzare senza criterio. Un’inserzione funziona perché è ben costruita, perché rispetta i parametri fondamentali per l’algoritmo, non perché è fortemente pubblicizzata.

Step 5: spedire gli oggetti venduti su eBay

Gli articoli sono in vendita, hai lavorato bene e iniziano le prime vendite.
Ma non hai ancora stipulato nessun contratto con i corrieri. 

E ora come si fa a spedire?

eBay ci viene in soccorso anche per questo aspetto. È possibile infatti acquistare direttamente dai dettagli dell’ordine un’etichetta per la spedizione.

come vendere su ebay

eBay si avvale della partnership con Packlink, quindi sarà possibile spedire agevolmente in tutto il mondo grazie alla possibilità di scegliere tra diversi corrieri espressi.

Ovviamente, se stai iniziando, ti consiglio di cominciare con le vendite solo in Italia. Poi, man mano, potrai espandere i tuoi orizzonti prima all’Unione Europea e poi al resto del mondo. Ti ricordo che, soprattutto per le vendite extra UE, vigono regole fiscali e doganali ben precise.

Se vuoi espanderti anche all’estero sii consapevole che è necessario essere informati su tutte le normative vigenti. 
In particolar modo quelle doganali: il rischio è che il tuo pacco non passi i controlli di frontiera e che, inevitabilmente, torni indietro. Con relativi addebiti di costi.

Nel video di seguito, trovi tante altre chicche e consigli utili per iniziare a vendere su eBay. Guardalo subito! ⬇️⬇️⬇️

Conclusioni

Per molti venditori, iniziare a vendere su eBay è stata la porta d’ingresso nel mercato delle vendite online. Per altri è stato il punto di emancipazione, la chiusura del negozio fisico per il passaggio alla vendita solo tramite il web.

Da questo marketplace poi ci sono infinite possibilità di crescita, iniziare la vendita multicanale (quindi altri marketplace e sito proprietario) è sicuramente l’aspirazione di tutti gli imprenditori che hanno deciso di fare delle vendite online il loro mestiere.

Pur se tecnicamente si tratta di una piattaforma semplice, non significa che vendere su eBay sia facile.
È necessario studiare in modo approfondito i criteri con il quale un’inserzione è rilevante piuttosto che un’altra, fare a/b test e spendere mesi prima che il tuo business si avvii e porti le prime soddisfazioni.

Ma non scoraggiarti: con il dovuto impegno, spogliandosi dalle proprie convinzioni che spesso risultano errate, tutto diventa possibile! Magari, inizia subito da una buona e approfondita ricerca di mercato!

VUOI UN BUSINESS AUTOMATICO? ✌🏻

Puoi scegliere fra decine di corsi che faranno fare al tuo progetto digitale
il salto di qualità di cui ha davvero bisogno!

Ti è piaciuto? Sharing is caring

Condividi su linkedin
Condividi su LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su WhatsApp
Max Maggio

Max Maggio

Mi definisco per oggi un esperto di Vendite Online su eBay! Solo per oggi, proprio perchè nella vita c’è sempre da imparare. Oltre 8.000 persone al mese leggono il mio Blog e i Miei Video su YouTube, su eBay e il mondo delle vendite Online. Il mondo eBay è la Mia Vita.

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE...​

I MIGLIORI TOOL
DI AUTOMAZIONE

Iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ricevere comodamente ogni settimana 3 strumenti di automazione e mettere il pilota automatico al tuo business!