Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Tempo di lettura: 5 minuti

Equilibrio vita lavoro: da quale parte pende la tua bilancia e quanto sei libero?

Liberarti dalle catene e dimentica quello che ti è stato raccontato! Lavorare di più non è sinonimo di vivere meglio. Anzi!
Tempo di lettura: 5 minuti

Equilibrio vita lavoro: da quale parte pende la tua bilancia e quanto sei libero?

Liberarti dalle catene e dimentica quello che ti è stato raccontato! Lavorare di più non è sinonimo di vivere meglio. Anzi!

Prenditi due minuti.
Dai, ce l’avrai un po’ di tempo a disposizione per sognare ad occhi aperti.

La vedi quella barca che dista solo poche bracciate? Raggiungila!
Quella palma nel bel mezzo dell’isola deserta? Abbracciala!
E quella decappottabile rossa a bordo strada che aspetta di scorrazzare per la Route 66? Saltaci su!
Sfreccia, corri, vai, prenditi tutto quello che vuoi da questo mondo.
Dai. VAI, ORA!
Allunga quella mano, afferra la tua libertà e raggiungi il perfetto equilibrio vita lavoro.

Aspetta, no, tu non puoi.

Non puoi non perché non ti sia concesso, non perché tu valga meno di qualcun altro.
Semplicemente non puoi perché tu non sei libero.
Allunghi la mano, cerchi di raggiungerla con l’ultima bracciata, stai per saltare ma… quelle catene sono una terribile costrizione.

La cosa buffa? Che fino a questo momento neppure ci avevi fatto caso.
Ma adesso è il momento di svegliarti perché è nel mondo reale che puoi realizzare i tuoi sogni: parti da te e riconquista la tua libertà e il tuo equilibrio.

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA,
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Attraverso la nostra newsletter, più di 5.000 #automatikers stanno scoprendo il lato automatico del business e della vita. Che dici, ti unisci a noi? ❤️

Se ti gira la testa è perché sei come il povero criceto nella ruota

Quanti anni hai? E quanto ti resta? Poco importa.
Quando lascerai questo mondo tutto quello che ti è stato sempre detto riguardo la libertà sarà superato come oggi è superata quasi ogni teoria elaborata qualche secolo fa.

Non importa quanto. Parliamo del come.

Fino ad adesso quello che ti ha insegnato il sistema è solo come sprecare energie in sforzi massacranti che hanno rosicchiato la tua dignità fino a ridurti un soldatino di questo sistema lavorativo.

LAVORA/GUADAGNA/MANGIA/ACQUISTA/ZERO-SOLDI/LAVORA-DI-PIÙ/SPENDI/NON-DORMIRE/LAVORA/STANCO-MORTO
Proprio come un criceto nella sua ruota.

Complimenti, sei stato un’ottima porzione di codice funzionante!

Qualcuno ci ha guadagnato dal tuo essere un pezzettino nell’ingranaggio.
Ma tu no, a te hanno lasciato le briciole.
Hai dato ascolto a chi ti diceva di fare finta di nulla “ché tanto poi migliora“.
Poi andrà meglio, dicevano.
Quelle non sono catene, quelle ai polsi sono l’ultimo accessorio fashion dell’imprenditore e libero professionista medio. E hai dovuto anche fatturare a tonnellate per permettertele, quelle catene.

Ma l’hai capito sì, che questo giochetto non ti ha liberato affatto?
Che non è possibile continuare a macellare carne umana?
Lanciare greggi di venditori contro le porte chiuse dei tuoi clienti?

Oggi, oggi, oggi. Tutto in funzione dell’oggi!

E lo dicevi anche a quel povero te stesso quando uscivi di casa.
Sì, te lo urlavi battendoti il petto: “TU OGGI DEVI VENDERE!”

Puzzi lontano un miglio di mancanza di libertà.
Si sente da qui lo stridere delle catene mentre quel poverino di te stesso, pur di trovare uno straccio di piatto sul tavolo la sera, ha fatto proprio quello che gli hai ordinato tu. A costo di sputarci in quel misero piatto. A costo di raccontare qualsiasi cosa pur di vendere, anche a costo di mentire e infangare il tuo Brand.
Così la tua impresa non ha fatto altro che risucchiarti ancora di più. Di prendersi il tuo tempo, di rubarti le energie e rovinarti quell’equilibrio tra vita e lavoro.
Quel work-life balance che un tempo avevi e che oggi è miraggio.

raggiungere un equilibrio perfetto tra vita lavorativa e vita privata

“L’acquedotto” come rimedio a quelle vesciche che ti ritrovi sulle mani

Ce l’hai presente quella storia del secchio e dell’acquedotto? No?
È una storia che descrive alla perfezione il problema e spiega quelle vesciche che hai sulle mani a furia di trasportare secchi pieni d’acqua dalla fonte più vicina (che in realtà è lontana kilometri) fino al tuo villaggio.

Guadagna oggi. Vendi subito.
Vai avanti e indietro migliaia di volte al giorno col tuo bel secchio.
Fino a che riesci a reggere.

Perché non avevi considerato di essere umano, di poter crollare, di poterti spezzare la schiena. E tu sei a pezzi, letteralmente. Non riesci nemmeno a vendere più i tuoi prodotti o servizi come una volta, non ce la fai, la stanchezza te lo impedisce.

Hai scambiato la tua vita per il lavoro ed il lavoro per i soldi, poi i soldi per (soprav)vivere. Continua a girare la ruota, alba-tramonto-alba-tramonto e tu sempre nella ruota.

E pensa che il problema più grande non è la stanchezza.
Il problema più grande è che non sei libero!

E mentre tu volevi a tutti i costi guadagnare nell’immediato a costo di ammazzarti di fatica, qualcun altro pensava a come guadagnare domani, in maniera costante, investendo il proprio tempo nella creazione di qualcosa che fosse duraturo.

È buffo il mondo: mentre tu ti mettevi col sorriso le catene ai polsi, c’è chi lavorava per rendersi libero e conquistare il perfetto equilibrio.
Erano coloro che costruivano il proprio acquedotto così da non dover più andare su e giù con un secchio bensì per avere disponibilità infinita di acqua attraverso un sistema automatico che lavorasse al proprio posto.
Di più: grazie a quello hanno iniziato a guadagnare di più e a costruire un secondo acquedotto. E poi un terzo. Magari un quarto.

Ora guardati le vesciche sulle mani e guarda i tuoi polsi.
Ne hai abbastanza, vero? Bene, eccoti i nostri consigli su come curarti.

3+1 consigli su come raggiungere un equilibrio vita-lavoro perfetto

Come per tutte le cose, esistono degli accorgimenti per raggiungere e mantenere un sano equilibrio tra vita privata e lavoro.
Ecco allora alcuni nostri consigli, i consigli di chi ha a cuore la salute di liberi professionisti e aziende. Perché prima di te ci siamo passati anche noi.
Oggi però, da bravi Automatikers (è così che ci piace definire noi stessi e coloro che stanno sposando i nostri stessi valori e abbracciando la nostra community) abbiamo raggiunto un equilibrio perfetto, godiamo di una salute di ferro e siamo più produttivi ed efficienti che mai sul lavoro.
La tua libertà passa da questi semplici passi:

  • Ritagliati più tempo per le relazioni sociali migliorando la tua capacità organizzativa. Riuscire a conciliare la tua vita sociale con il tempo dedicato al lavoro è solo una questione di corretta pianificazione;

  • Non trasformare il tempo libero in stress: molto spesso il tempo libero rischia di trasformarsi in una rincorsa alle attività lasciate in sospeso nel corso della settimana lavorativa. La tua priorità deve invece restare quella di ricaricare le batterie in vista di una nuova settimana zeppa di impegni;

  • Metti dei paletti ben precisi: guai a portarti il computer a letto o a rispondere ad una telefonata di lavoro durante un pranzo in famiglia o peggio ancora nei giorni festivi. È importante definire dei limiti da non sorpassare, con i tuoi clienti o i tuoi impiegati, e chiarire in modo trasparente la tua disponibilità (a tal proposito può interessarti come fissare appuntamenti in modo del tutto automatico).

Sul nostro canale YouTube abbiamo approfondito il tema con tre ospiti d’eccezione, per una chiacchierata stimolante e ricca di consigli e spunti. Dai un’occhiata qui! ⬇️⬇️⬇️

[BONUS] Impara a delegare: ai tuoi collaboratori o ai tuoi colleghi o anche a chi, più in generale, ti circonda;

Il ruolo di Automatiking nel tuo equilibrio tra vita privata e lavoro

Quando non potrai più trascinare secchi forse sarà troppo tardi per la tua libertà.
Eppure hai una possibilità: puoi occupartene oggi.

Che poi, come hai visto, non è neanche così difficile. Se solo la smettessi di fissare le catene vedresti un mondo in veloce cambiamento, dove libertà diventa anche slegarsi dallo spazio fisico di un ufficio e dal modo tradizionale di lavorare. Diventa anche libertà finanziaria, un buon cashflow e un più sostenibile modo di fare impresa.

Quell’acquedotto puoi metterlo su anche tu. O possiamo farlo insieme se ti va.
Noi di AutomatiKing attraverso tecniche di automatizzare di business, ripensiamo la tua strategia, i tuoi processi aziendali, pianifichiamo come migliorare il modo di vivere il lavoro e anche farti vendere di più.
Non solo oggi. Ma costantemente. Un gradino alla volta, un passo alla volta, una vendita in più alla volta. Per sempre.

Adesso chiudi gli occhi, di nuovo.
Prova ora ad allungare la mano. Forza con l’ultima bracciata. La punta della barca la senti, vero?
E i polsi? Non li senti già più leggeri sapendo di poter contare su qualcuno che sa come renderti libero? Qualcuno che ha la chiave per accedere alla tua libertà e al tuo equilibrio tra sfera professionale e sfera lavorativa?

Lo immaginavo.
Ci vediamo dall’altra parte. 🔽

VUOI UN BUSINESS AUTOMATICO? ✌🏻

Puoi scegliere fra decine di corsi che faranno fare al tuo progetto digitale
il salto di qualità di cui ha davvero bisogno!

Ti è piaciuto? Sharing is caring

Condividi su linkedin
Condividi su LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su WhatsApp
Stefano De Carlo

Stefano De Carlo

Imprenditore, formatore e padre ❤️ Il suo chiodo fisso è aiutare gli imprenditori di tutto il mondo (sì, Stefano è un tipo ambizioso) a mettere il pilota automatico al proprio business e vendere senza stress.

.

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE...​

I MIGLIORI TOOL
DI AUTOMAZIONE

Iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ricevere comodamente ogni settimana 3 strumenti di automazione e mettere il pilota automatico al tuo business!