numero verde automatiking

Bullet Journal: 11 idee efficaci per organizzare la tua agenda (e il tuo tempo!)

Il Bullet Journal è un metodo strettamente legato al vivere in modo consapevole e aiuta a mantenere il quadro generale grazie ai momenti di riflessione. Eccoti 11 idee per costruire il tuo!
👉 Debora Montoli

Bullet Journal: 11 idee efficaci per organizzare la tua agenda (e il tuo tempo!)

Il Bullet Journal è un metodo strettamente legato al vivere in modo consapevole e aiuta a mantenere il quadro generale grazie ai momenti di riflessione. Eccoti 11 idee per costruire il tuo!
👉 Debora Montoli

Ryder Carroll, l’ideatore del metodo Bullet Journal

Nato a Vienna da insegnanti americani, Ryder Carroll era un bambino distratto e ansioso, costantemente indietro negli studi.
Negli anni ottanta gli venne diagnosticato il disturbo da deficit di attenzione e iperattività e, per riuscire a seguire le lezioni, iniziò a sviluppare piccoli trucchi di scrittura su diversi diari. Nel corso del tempo riuscì a ottenere un effetto calmante attraverso la parola scritta fino a delineare un vero e proprio metodo, il Bullet Journal appunto (chiamato anche BuJo).

Oggi il metodo è una comunità globale presente in molte varianti: BuJo per studenti, BuJo per genitori, BuJo per artisti.
Nei paragrafi successivi ti presento le mie Bullet Journal idee.

Che cos’è il metodo Bullet Journal

Pensare che si tratti di un metodo utile solo per segnare le cose da fare su un’agenda sarebbe troppo limitante.

Soffermiamoci un attimo sulla parola metodo (che ci fa capire tante cose) proprio come via per giungere a un determinato luogo o scopo. Metodo è un procedimento, un insieme di regole e di principi e anche una costante coerenza nell’operare. Non solo pratico, tecnico o legato agli strumenti.

Ecco perché quando parliamo del metodo Bullet Journal, il come funziona arriva molto dopo il perché funziona.

E, per rispondere a un perché, non possiamo limitarci a un mero elenco di cose da fare.
Il Bullet Journal aiuta a mantenere il quadro generale grazie ai momenti di riflessione che avvengono ogni giorno, di settimana in settimana e al cambio di ogni mese. È un metodo che è strettamente legato al vivere in modo consapevole.

«Questo metodo aiuta a passare da comparsa a protagonista della propria vita.»

Quando decidi di includere un’attività all’interno della tua agenda, significa che stai già prendendo una decisione che prima o poi catturerà la tua attenzione.

Il Bullet Journal può essere realizzato e mantenuto anche in versione digitale, ma a mio avviso si rischia di perdere tantissimi vantaggi legati alla carta e al processo di scrittura a mano. La lentezza, la concentrazione e la riflessione sono solo alcuni degli aspetti da tenere in considerazione per arrivare a coltivare un metodo misto, fatto di una continua collaborazione tra analogico e digitale.

La lentezza e la riflessione, in particolare, sono due aspetti che ti aiutano a coltivare l’arte di saper selezionare le informazioni da riportare sulla carta. Con il digitale è troppo facile conservare tutto, ma ogni elemento che decidi di inserire oggi prima o poi busserà alla porta della tua attenzione.

Il Bullet Journal è un sistema che aiuta a regolare i punti di ingresso, tutti quei pedaggi che richiedono una tassa alla tua mente.
Il punto di forza del metodo è qui: riuscire a ritagliarsi dei momenti di riflessione consapevole.

«Le liste non sono solo cose che dobbiamo fare, ma ogni attività è un’esperienza in attesa di nascere.»

Sei un professionista della procrastinazione? Ecco come SMETTERE DI PROCRASTINARE e diventare produttivi! ⬇️

Bullet Journal idee per riempirlo in 11 elementi chiave

Un metodo così completo e affascinante non può essere descritto in un solo articolo ma, volendo definire le principali caratteristiche, ecco gli elementi essenziali:

  1. La pagina dell’indice (l’elenco di tutte le sezioni)

  2. Il registro futuro (future log: tutto ciò che non è legato al breve periodo. Periodicamente rivedrai questo elenco per capire da una parte quali elementi prendere e inserire nel mese corrente, dall’altra cosa non è più di tuo interesse)

  3. Il registro mensile (monthly log: tutto ciò che vorresti realizzare all’interno del mese)

  4. Il registro giornaliero o settimanale (daily o weekly log: per annotare i pensieri e le note che vuoi conservare)

  5. I simboli (significanti: standard, personalizzati o legati al color coding. Di solito l’elenco dei significanti si trova in una sezione specifica chiamata Key e si tratta di elementi che aiutano a identificare meglio le informazioni)

  6. Le raccolte o le collezioni (utili per organizzare informazioni collegate tra loro: perseguire delle abitudini, tenere traccia delle letture, prendere nota dei progressi finanziari e di quelli legati all’alimentazione o allo sport, segnare i regali e organizzare dei viaggi)

  7. I momenti di riflessione (i vari punti della situazione per capire cosa è stato fatto, cosa va posticipato e cosa eliminato)

  8. I momenti di migrazione (intesi come l’azione di riportare i punti rimasti aperti)

  9. Il linguaggio breve ed essenziale (caratteristica importante del BuJo)

  10. Le agende libere e da personalizzare, senza sezioni predefinite

  11. L’equilibrio tra creatività e un approccio minimalista

Se hai dei dubbi su quali raccolte o collezioni includere, parti dall’essenziale ovvero dall’indice e dai vari log.
Man mano che darai vita al tuo metodo, cerca di unire gli elementi chiave appena visti con la consapevolezza e la riflessione.

Quali agende usare?

Il modello più famoso è forse il Leuchtturm1917 Bullet Journal che si adatta molto bene alle persone creative.

I fogli di alcuni modelli non presentano righe o quadretti, ma griglie a punti. Una griglia a punti lascia molto spazio alla creatività e allo stesso tempo evita di perdersi di fronte a un foglio completamente bianco. Si crea così un giusto equilibrio per disegnare e creare schemi a mano libera, ma anche per seguire una sorta di traccia e riportare le informazioni in modo ordinato.

Se cerchi su Instagram o su Pinterest l’hashtag #bulletjournal troverai dei lavori stupendi, delle vere e proprie opere artistiche.

Anche se non hai un’indole particolarmente creativa, non lasciarti intimorire perché il metodo BuJo si adatta molto bene anche a uno stile più minimalista. Il Bullet Journal è un modo semplice ed efficace per tenere traccia delle attività, degli obiettivi da raggiungere e delle abitudini da perseguire. E i momenti di riflessione ci aiutano a lasciare andare ciò che non è più necessario.

Se non sai da dove iniziare, segui il suggerimento di Ryder Carroll:

«Aggiungi solo ciò che ti serve e mostra pazienza nei tuoi riguardi perché è una novità. Non lo stai facendo nel modo giusto, non lo stai facendo nel modo sbagliato, ma stai solo cercando di capire mentre procedi.»

💡 Usi ancora la buona vecchia (ma dispendiosa in termini di tempo) Agenda per prendere appuntamenti con i tuoi clienti? Forse dovresti considerare questi 5 strumenti automatici!

4 risorse extra per perfezionare il metodo Bullet Journal

  1. Se ti interessa approfondire il metodo, il libro di Carroll, Il metodo Bullet Journal. Tieni traccia del passato, ordina il presente, progetta il futuro, è un ottimo punto di partenza.

  2. Per conoscere meglio l’ideatore del metodo, ti riporto questo Ted: How to declutter your mind – keep a journal | Ryder Carroll

  3. Il metodo 5-4-3-2-1 per definire gli obiettivi. All’interno del libro, Carroll consiglia di definire gli obiettivi secondo il metodo 5-4-3-2-1 che sta per 5 anni, 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni e 1 ora. Definisci quello che vorresti raggiungere nei prossimi 5 anni e poi identifica quelli da raggiungere nei prossimi 4 mesi. Ripeti il processo per 3 settimane, 2 giorni e la prossima ora. La verifica periodica è fondamentale per capire se gli obiettivi hanno ancora un significato per te.

  4. Accedi al sito web ufficiale del metodo, direttamente da qui.

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA,
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Attraverso la nostra newsletter, più di 5.000 #automatikers stanno scoprendo il lato automatico del business e della vita. Che dici, ti unisci a noi? ❤️

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Ti è piaciuto? Sharing is caring

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE...​

CERCA NEL SITO

Fai una ricerca interna al sito e trova le automazioni che cerchi.

(inserisci il testo e premi Invio)

I MIGLIORI TOOL
DI AUTOMAZIONE

Iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ricevere comodamente ogni settimana 3 strumenti di automazione e mettere il pilota automatico al tuo business!