numero verde automatiking

Marketing Strategico e PMI: la storia dimenticata e le 7 lezioni da imparare

Fino a ieri si parlava quasi esclusivamente delle 4P di Kotler, considerate l’ABC del marketing. Oggi c’è una 5° P, ovvero PEOPLE. Ecco perché devi considerare di essere più “human”.
👉 Samantha Visentin

Marketing Strategico e PMI: la storia dimenticata e le 7 lezioni da imparare

Fino a ieri si parlava quasi esclusivamente delle 4P di Kotler, considerate l’ABC del marketing. Oggi c’è una 5° P, ovvero PEOPLE. Ecco perché devi considerare di essere più “human”.
👉 Samantha Visentin

In questo articolo ti parlo di marketing strategico e PMI e di come avere una strategia che parli alle persone in modo efficiente ed efficace possa trasformarsi, nel tempo, in un vantaggio competitivo concreto rispetto ad altri brand. 

Facciamo un piccolo passo indietro: quando parliamo di strategia di marketing, facciamo riferimento alle diverse azioni che l’impresa attua per raggiungere degli obiettivi aziendali. 

Per questo motivo avere un marketing manager (o responsabile di marketing) all’interno del proprio team diventa fondamentale per progettare una strategia coerente e precisa, affinché i risultati attesi siano rispettati e realmente perseguibili. 

Ma come ottengo davvero un vantaggio competitivo unico e ineguagliabile rispetto ai competitor?

Fino a ieri si parlava quasi esclusivamente delle 4P di Kotler, considerate l’ABC del marketing, ovvero Prodotto, Prezzo, Promozione e Distribuzione (Placement) dove i destinatari si suddividevano principalmente in B2B o B2C. 

Ma è corretto parlare ancora in questi termini?
La risposta è no e ti spiego perché.

Oggi è più giusto parlare di Human marketing, ovvero la forza del brand di metterci la faccia e instaurare un rapporto sincero e trasparente con le persone prima di vendergli i tuoi prodotti o servizi.

Ecco la vera essenza di una strategia di umanizzazione, un insieme di accorgimenti strategici che pongono al centro non tanto il prodotto quanto il destinatario stesso della comunicazione: il potenziale cliente.

Attenzione: questo non vuol dire non vendere, ma farlo in modo più empatico.

Cosa dobbiamo sapere dell’H2H Marketing (human to human)? Ecco 7 lezioni da applicare.

Ecco le 7 lezioni da applicare per un marketing strategico

  1. Conosci il tuo buyer personas: ascoltare le sue necessità e creare una vera relazione con il target è un vantaggio incredibile in quanto l’azienda conoscerà i suoi veri bisogni e potrà realmente soddisfarli.

  2. Individua la tua proposta unica di valore: il mercato è ormai saturo sia di prodotti sia di informazioni. Trova il modo di emergere dalla massa e comunica il tuo core business in modo chiaro e semplice, aiutandoti con una ricerca di mercato approfondita. In questo modo già avrai chiara la tua brand identity e la tua strategia di differenziazione.

  3. Crea la tua community: individuare il tuo target serve a creare contenuti davvero utili, in grado di nutrirlo con informazioni, curiosità e tutorial che non puntino solo ed esclusivamente alla vendita ma a farti conoscere.

  1. Realizza uno Storytelling: se c’è un vero vantaggio nell’utilizzare i canali social è il poter raccontare la propria quotidianità aziendale, il dietro le quinte, che faccia affezionare l’utente non solo al brand ma alle persone che ci lavorano.

  2. Individua i luoghi della tua community: scopri dove si incontrano, di cosa parlano e il linguaggio che utilizzano e sfrutta questi dati a tuo vantaggio per sviluppare una comunicazione che parli a loro, come loro.

  3. Usa le leve del neuromarketing: quando devi ragionare sulla strategia di comunicazione, lavora sull’inconscio attraverso le immagini. Un esempio? Per promuovere la tua nuova proposta gastronomica, prova a rappresentare i piatti già tagliati o con il segno di un boccone e le posate posizionate per inviterai le persone a dare il prossimo morso.

  4. Crea empatia con le persone: chi ti segue si aspetta non solo la “promozione” dei prodotti o servizi, ma vuole essere emozionato, coinvolto e appagato da ciò che racconti senza, però, fingere. Usa l’intelligenza emotiva.

In conclusione, in una strategia di marketing non si può più escludere il consumatore finale, che sia azienda o persona, ma bisogna renderlo protagonista del brand facendolo vivere un’esperienza piacevole che lo fidelizzi.

Perché ti consiglio di utilizzare una strategia H2H?

Mostrare il lato umano di un progetto fa parte di una cultura aziendale human volta a instaurare un rapporto quasi personale con il consumatore/utente, questo perché la comunicazione digitale e l’empatia non sono due elementi che si escludono a vicenda.

Al contrario, se utilizzate in modo sinergico, ti permette di arrivare dritto al cuore delle persone che ti sceglieranno rispetto ai competitor, non per le caratteristiche di ciò che offri, bensì per il modo in cui il tuo brand si avvicina al loro mondo ed entra nelle loro case.

🚀 DA ZERO A AUTOMATIKER 🚀

Il percorso che ti aiuta a mettere il pilota Automatico al tuo Business in sole 12 settimane!

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Ti è piaciuto? Sharing is caring

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE...​

CERCA NEL SITO

Fai una ricerca interna al sito e trova le automazioni che cerchi.

(inserisci il testo e premi Invio)

I MIGLIORI TOOL
DI AUTOMAZIONE

Iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ricevere comodamente ogni settimana 3 strumenti di automazione e mettere il pilota automatico al tuo business!