numero verde automatiking

Instagram ADS: come creare campagne pubblicitarie a costi bassi

Le aziende hanno la possibilità di vendere di più grazie a Instagram. Di mettere a portata di click degli utenti, tanti piccoli (ma grandi!) cartelloni pubblicitari di 1080×1080 pixel! Basta sapere come fare Instagram ADS!
👉 Paolo Malerba

Instagram ADS: come creare campagne pubblicitarie a costi bassi

Le aziende hanno la possibilità di vendere di più grazie a Instagram. Di mettere a portata di click degli utenti, tanti piccoli (ma grandi!) cartelloni pubblicitari di 1080×1080 pixel! Basta sapere come fare Instagram ADS!
👉 Paolo Malerba

Partiamo da un dato: un marketer su due considera Instagram, ancora oggi, la piattaforma social più efficace per il raggiungimento degli obiettivi di business dei propri clienti e ha in programma di mantenere costanti se non addirittura aumentare gli investimenti, anche sul fronte Instagram ADS, nel corso del 2022. (Fonte: Ricerca di Hootsuite “Social Trends 2022”)

È noto che i social sono diventati il cuore dello shopping moderno.
Se prima erano solo un satellite del business, un’estensione quasi superflua, oggi sono La Voce dei brand.

E, dal suo canto, chi acquista attraverso i social media non si limita a scorrere i feed e a cliccare il pulsante “compra ora” sugli annunci sponsorizzati dei prodotti. La gente usa i social media per ogni fase dell’acquisto, a prescindere dal tipo di prodotto.

In tutto questo, che ruolo gioca Instagram e la pubblicità su Instagram

Perché Instagram ADS?

Le persone di tutto il mondo utilizzano Instagram per trarre ispirazione dalle immagini.
Instagram è il luogo in cui scoprono, alimentano e condividono le proprie passioni con le persone, ma anche con le aziende che amano e con quelle di cui si sono appena accorte.

Possono, dunque, i Brand, lasciarsi sfuggire l’occasione di stimolare l’azione degli utenti che abbracciano una determinata passione?

La risposta, scontata, è NO.

Le aziende presenti su Instagram hanno la possibilità di vendere di più grazie a questo social. Di mettere, a portata di click degli utenti, tanti piccoli (ma grandi!) cartelloni pubblicitari di 1080×1080 pixel assai più profittevoli di centinaia di 6×3 (metri) sparsi senza criterio per le vie delle città. Per non parlare dei video, molto più potenti di uno spot pubblicitario passato durante il Super Bowl (ok, qui forse ho esagerato, ma è per rendere bene l’idea).

Il segreto è presentarsi in maniera riconoscibile e consistente.
Bisogna focalizzare l’attenzione su ciò che caratterizza il proprio Brand, dargli un’anima umana, raccontarlo con onestà, seguendo un unico e preciso filo conduttore. Pochi elementi, ma chiari, per un pubblico selezionato in base al messaggio che si intende veicolare e che, solo così, abituerà l’occhio a riconoscere la vostra attività tra tante e avrà gioia nel vederti le storie. Le possibilità sono diverse: dalla combinazione dei colori, all’ambientazione, al taglio delle foto.

Ma c’è un ma.

Sebbene Instagram sia un’ottimo propulsore per le aziende, va considerato che la reach organica si è notevolmente abbassata, quasi azzerata. Se si vuole raggiungere un bacino di potenziali clienti è diventato, di fatto, inevitabile sponsorizzare a pagamento i contenuti attraverso l’advertising su Instagram.

Che cos’è la pubblicità su Instagram o Instagram Ads?

Quello che è ormai chiaro è che Instagram è una vetrina accessibile a tutti i tipi di business. Qualsiasi attività può realizzare campagne pubblicitarie e attirare l’attenzione di molte persone, con un investimento ragionevole.

Instagram ADS ha democratizzato la pubblicità e consente proprio a tutti di raggiungere potenziali clienti, dando l’opportunità anche ai più piccoli di farsi pubblicità con investimenti davvero bassi e attirare abbastanza clienti da aumentare considerevolmente il fatturato.

Ma come in ogni altro canale social, per emergere bisogna lavorare con ordine e costanza: stabilire obiettivi chiari e realistici, seguire un calendario preciso, allocare un budget per la pubblicità su Instagram e identificare le KPI da ottimizzare.

VUOI FARLO IN CINQUE MINUTI? ⚡

Crea e organizza i tuoi contenuti social alla velocità della luce! Impara a farlo con la giusta strategia e il giusto metodo!

Tipi di pubblicità su Instagram

A differenza dei normali post, gli annunci di Instagram hanno un’etichetta che indica che si tratta di pubblicità, posizionata nella parte superiore dell’immagine, che le rende facilmente riconoscibili.

Fare Instagram ADS non è difficile. La cosa complicata è fare annunci efficaci, capaci di raggiungere il target perfetto ad un costo accettabile. Per questo ti voglio elencare i tipi di annunci che questo social network ti consente di fare. Con Instagram puoi sponsorizzare:

  • IMMAGINI: è l’annuncio più semplice, costituito da una sola immagine che può contenere del testo. Può essere quadrata, orizzontale o verticale, a scelta dell’inserzionista. Io sono fan di quello quadrato, formato 1:1, perché si adatta a molti tipi di posizionamenti.

  • VIDEO: i video sono una potente opzione per fare pubblicità su Instagram, visto che in pochi secondi di video si può trasmettere un messaggio che altrimenti con le sole foto non si riuscirebbe a fare.

  • CAROSELLI: per gli inserzionisti più creativi esiste il formato carosello, che consente all’utente di mostrare fino a 5 foto o video in un unico annuncio. È un formato che può essere utilizzato per raccontare, per esempio, la storia o la filosofia di un’azienda, il processo di realizzazione di un prodotto, ecc.
  • STORIE: le storie di Instagram sono diventate una vera droga per molti utenti. Attualmente puoi fare pubblicità sulle storie di Instagram sia in formato immagine che video da 15 secondi massimo. Questi annunci vengono mostrati agli utenti che stanno visualizzando le storie degli account che seguono e non durano solo 24 ore. La durata dipenderà dal budget e dalle impostazioni dell’annuncio. Il formato consigliato, in questo caso, è il verticale 9:16.
  • SLIDESHOW: l’annuncio sotto forma di presentazione è costituito da un video composto da immagini. Questo annuncio può essere dinamico, avere musica e sfruttare i diversi filtri offerti da Instagram.

  • RACCOLTE: sono annunci molto completi. Consentono agli utenti di visualizzare diversi prodotti di un’azienda. Per poter realizzare questo tipo di annunci, devi creare un catalogo prodotti e caricarlo su Facebook.

Con le sponsorizzazioni su Instagram hai l’opportunità di mettere la tua attività in risalto, promuovere i tuoi prodotti direttamente nel feed degli utenti e aumentare le vendite del tuo store. Ma, per ciascuno dei tuoi obiettivi aziendali, dovrai scegliere accuratamente l’obiettivo della tua campagna pubblicitaria in Instagram.

Quanto costa la pubblicità su Instagram?

Tutti vogliono sapere quanto costa la pubblicità su Instagram, ma non c’è una risposta a questa domanda. O meglio c’è, ma è sempre la stessa che ormai sembra regolare l’universo del marketing ed è: Dipende!”

Ci sono molti fattori che incidono sul prezzo della pubblicità su Instagram. Alcuni di questi fattori sono:

  • Settore aziendale: il prezzo della pubblicità varia molto se stai facendo ADS per il settore turistico, quello automotive, o per beni di lusso.

  • Prodotto offerto: anche il costo varia a seconda della domanda.

  • Obiettivo selezionato: a seconda dell’obiettivo, ottimizzerai il tuo budget tenendo conto di CPC, CPM, impressioni, ecc.

  • Segmentazione dell’audience: questo fattore è molto importante per ridurre i costi. Selezionare il pubblico giusto ti aiuterà a mostrare l’annuncio alle persone giuste, ottimizzando così il tuo budget.

  • Tipo di annuncio: il tipo di annuncio influenzerà anche l’efficienza della campagna, e quindi il costo. Molte volte è necessario testare il tipo di annuncio migliore per ogni azienda o prodotto.

Una cosa però è certa: per diminuire al massimo i costi a punto tale che ti sembreranno ridicoli, devi creare campagne impattanti, che piacciano agli instagrammer tanto da farli gridare WOW!

Crea delle grafiche che non siano necessariamente belle (è preferibile ma non indispensabile) ma che INTERROMPANO e catturino l’attenzione degli utenti e un copy di successo che sia forte e che parli al loro stomaco e al loro subconscio.

Come fare Instagram ADS?

Segui queste linee guida e impara passo dopo passo come fare pubblicità su Instagram.

1. COLLEGA IL TUO ACCOUNT INSTAGRAM A FACEBOOK

Prima di iniziare a fare pubblicità su Instagram devi collegare il tuo account a Facebook. Tieni presente che Facebook e Instagram utilizzano la stessa piattaforma Facebook Ads (ora Meta).

Per collegare l’account devi entrare nella tua pagina Facebook aziendale e accedere alle “Impostazioni”. Lì cerca Instagram e fai clic per aggiungere il tuo account. Aggiungi nome utente e password e ci sei!

2. UTILIZZA IL BUSINESS MANAGER

È lo strumento più avanzato e professionale per gestire gli account pubblicitari, le Pagine e le persone che lavorano su di essi in un unico posto. Ed è gratis!
Devi solo accedere con le credenziali che usi per il tuo profilo Facebook. Puoi accedere allo strumento offerto da Facebook Business direttamente da qui.

3. CREA UNA NUOVA CAMPAGNA

Prima di creare l’annuncio vero e proprio dovrai dare un nome alla tua campagna e al tuo gruppo di inserzioni. Una volta assegnato un nome, puoi selezionare l’obiettivo, definire il pubblico da raggiungere, scegliere la posizione degli annunci, il budget e i giorni in cui far girare la tua campagna.

4. IMPOSTA IL TUO ANNUNCIO

Una volta definite le impostazioni della campagna, puoi finalmente creare l’annuncio vero e proprio: scegli l’immagine/video che il tuo pubblico di destinazione vedrà. Avrai due opzioni:

  1. Creare un nuovo annuncio.
  2. Seleziona un post esistente (sulla tua pagina aziendale di Instagram).

Dopo aver configurato l’annuncio, seleziona il formato dell’annuncio (immagine, video, carosello…), crea il copy, cioè il testo persuasivo che accompagnerà l’annuncio, inserisci l’URL di destinazione, una CTA (call to action) et… voilà! Il Gioco è fatto!

Conclusioni

Un consiglio: la pubblicità su Instagram non è né magica né miracolosa. Anche investendo una grossa somma di denaro in ADS, senza però impegnarti a creare contenuti rilevanti e di qualità sul tuo canale social, non otterrai i risultati attesi. È importante trovare il giusto equilibrio tra l’uno e l’altro.

In questo articolo hai appreso le nozioni teoriche di base sulla pubblicità su Instagram ADS.
Ora, sotto con la cosa più importante: applicali al tuo business, fai pratica e lancia la tua prima campagna su questo social!

Hai già programmato il tuo calendario editoriale?

🚀 DA ZERO A AUTOMATIKER 🚀

Il percorso che ti aiuta a mettere il pilota Automatico al tuo Business in sole 12 settimane!

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Ti è piaciuto? Sharing is caring

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE...​

CERCA NEL SITO

Fai una ricerca interna al sito e trova le automazioni che cerchi.

(inserisci il testo e premi Invio)

I MIGLIORI TOOL
DI AUTOMAZIONE

Iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ricevere comodamente ogni settimana 3 strumenti di automazione e mettere il pilota automatico al tuo business!