numero verde automatiking

11+1 esempi di newsletter aziendali, e-commerce e blog

Le newsletter possono essere un ottimo alleato per far crescere il tuo business, ma a volte la creatività può arenarsi e le idee possono mancare. Se succede anche a te, seguimi in questo viaggio alla ricerca della giusta ispirazione attraverso i tanti esempi di newsletter aziendali
👉 Stefano De Carlo

11+1 esempi di newsletter aziendali, e-commerce e blog

Le newsletter possono essere un ottimo alleato per far crescere il tuo business, ma a volte la creatività può arenarsi e le idee possono mancare. Se succede anche a te, seguimi in questo viaggio alla ricerca della giusta ispirazione attraverso i tanti esempi di newsletter aziendali
👉 Stefano De Carlo

Sei preoccupato perché pensi che l’email marketing possa essere uno spreco di tempo? Ma va, non ci credo!
Sebbene tu possa sfruttare il potere di social media, funnel e blog, nulla ti aiuterà a vendere di più senza il supporto di una community. 

E niente ti aiuta a costruire la tua community come la tua newsletter.
In quest’articolo, ti offrirò spunti su come creare newsletter coinvolgenti ti fornirò 11+1 esempi newsletter per darti le ali e accendere la tua ispirazione. 

Grazie alle automazioni e alle funzionalità di email marketing personalizzate, infatti, le newsletter possono effettivamente farti risparmiare tempo e aiutarti a dedicarti ai progetti che ami.

Pronto a volare?

La ricetta di una newsletter aziendale efficace

Ma quali sono gli elementi che rendono una newsletter aziendale una newsletter aziendale efficace?
Insomma, cosa rende GRANDE una newsletter?

Falli iscrivere, ma fa’ sì che leggano

Sono finiti i tempi in cui si invitavano semplicemente le persone a “iscriversi a notizie e aggiornamenti aziendali“.
Hai bisogno di qualcosa di più interessante per convincere i lettori non solo a iscriversi alla tua mailing, ma anche a leggerle ciò che invii migliorandone il tasso di apertura.
Hai pensato a un Lead Magnet?

La chiave è lo storytelling

Lo storytelling rende il tuo brand fino a 22 volte più memorabile.
Questo perché ,quando condividi la tua storia personale con un pubblico mirato, offri un’esperienza speciale che non può essere replicata.
Come mai? Perché la tua storia è unica e irripetibile!

Educa e intrattiene

Oltre a raccontare storie importanti con un tocco personale, accompagna i lettori in modo che possano raggiungere i loro obiettivi.
Più la tua newsletter stuzzica i desideri del tuo target, maggiori saranno i risultati che vedrai.

Inoltre, aggiungi testi divertenti, riferimenti culturali, argomenti di tendenza, emoji 😉 o altre parole che si adattano alla voce del tuo marchio, così i tuoi contenuti saranno percepiti come amici attenti e capaci di ascoltare.

È ben progettata

Hai mai letto un’e-mail con contenuti fantastici, ma con una grafica che fa male agli occhi solo a guardarla? Orrore!
Il newsletter design è uno degli aspetti più sottovalutati dell’e-mail marketing, ma elementi di grafica armonici e ben progettati potranno attirare l’attenzione e rendere la tua newsletter eye-catching.

È inviata in modo coerente

Ultimo ma non meno importante, devi determinare la cadenza delle tue e-mail.
Vuoi inviare un’e-mail ogni settimana oppure ogni mese? Vuoi inviarla in un giorno specifico oppure a un’ora specifica?
Queste sono domande importanti da porsi PRIMA di scrivere la tua newsletter.

Potresti anche voler utilizzare queste informazioni per creare un flusso di lavoro automatizzato, che ti permetterà d’inviare automaticamente i tuoi contenuti migliori. Così, per dire eh. Se vuoi scoprire come fare – beh – non devi far altro che guardare il video di seguito! ⬇️

Modelli, template ed esempi newsletter

Vediamo insieme modelli di newsletter originali e interessanti per creare più coinvolgimento con il tuo target.

1. LA NEWSLETTER DI BENVENUTO

Un nuovo visitatore si è appena iscritto alla tua newsletter? Accoglilo come si deve!
Niente di meglio che inviargli una newsletter di benvenuto.

Ecco un esempio di newsletter di benvenuto che mostra i prodotti del marchio, ma in modo molto sottile.
Il brand incoraggia il suo pubblico a scoprire i suoi prodotti, o addirittura ad acquistarli, ma senza essere “aggressivo”. 

In questo esempio di newsletter, sono state create diverse categorie in base alle esigenze specifiche dei potenziali clienti.
Scoprirai che non appare alcun prezzo perché in questo caso l’obiettivo è far conoscere il marchio e i prodotti.
E, se in più può innescare acquisti, è ancora meglio!

I vantaggi di questa newsletter?

  • Dà il benvenuto al nuovo abbonato presentando la tua azienda, i suoi prodotti e servizi;

  • Offre l’opportunità di saperne di più, di aumentare l’interesse per il marchio;

  • Propone indirettamente di recarsi nel negozio online per acquistare i prodotti che gli interessano (ad esempio beneficiando di un codice di benvenuto promozionale).

2. LA NEWSLETTER CHE PARLA DEL BRAND/PRODOTTI

In questo esempio di newsletter, possiamo osservare che il marchio Tout frais chez vous, specializzato nella consegna a domicilio di prodotti alimentari, ha scelto di promuovere i propri prodotti.
Qui si tratta di presentare velocemente i benefici del cavolo cappuccio, i diversi modi di mangiarlo e cucinarlo.
Si rimanda alla landing page, da cui è possibile acquistare i prodotti che compongono la gamma.
Arriviamo quindi alla parte e-commerce dedicata alla categoria “cavolo”.

I vantaggi di questa newsletter?

  • Promuove i prodotti e, in definitiva, il marchio;

  • Rafforza la fiducia nel marchio fornendo contenuti utili, pertinenti e affidabili.

3. LA NEWSLETTER CHE ANNUNCIA IL LANCIO DI NUOVI PRODOTTI

Pensiamo a Samsung, che di recente ha lanciato i suoi telefonini pieghevoli Samsung Z Flip3 e Fold3.
In questa newsletter descrive i nuovi prodotti e propone alcune offerte speciali.

I vantaggi di questa newsletter?

  • Cattura l’attenzione annunciando un evento aziendale;

  • Attiva gli acquisti impulsivi più facilmente, poiché il lettore non si sente “obbligato”, ma semplicemente “invogliato”;

  • È una leva aggiuntiva per vendere.

4.  LA NEWSLETTER CHE TRASMETTE LE INFORMAZIONI DIFFUSE SUI SOCIAL NETWORK

Alcuni brand utilizzano le newsletter a supporto dei social network, mettendo in evidenza i propri influencer. Intelligente!
Come Make my Lemonade, che è riuscito a sviluppare una vera e propria community sui social network. 

Questo tipo di newsletter ti permette di aumentare il tuo numero di followers.
Se inoltre offri su queste piattaforme social, contenuti come video con coaching, consigli, feedback dei clienti, la tua newsletter apparirà molto dinamica agli occhi dei lettori e farà subito venire voglia di seguirti.

I vantaggi di questa newsletter?

  • Segnala i tuoi iscritti al tuo social network per far scoprire loro contenuti ad alto valore aggiunto;

  • Aumenta il numero di follower sui social;

  • Evidenzia la diversità dei tuoi contenuti;

  • Aumenta il coinvolgimento sui social media.

5. LA NEWSLETTER CHE PARLA DI NOVITÀ DI MARCA

La newsletter di Karl Mark John ha come obiettivo principale quello di pubblicizzare il nuovo sito.
Il lettore viene subito catturato dallo slogan “nuovo e-shop” e quindi continuerà la navigazione. 

Leggendo attentamente, vengono evidenziate sezioni per svendite, promozioni e saldi.
Di fatto, quindi, l’annuncio del lancio del nuovo sito web funge da esca per poi invogliare all’acquisto.
In questo esempio viene evidenziato il nuovo sito web, ma puoi parlare di qualunque novità aziendale.
Questo modello di newsletter funziona perfettamente, quindi pensaci!

I vantaggi di questa newsletter?

  • Cattura l’attenzione annunciando un evento aziendale;

  • Accompagna agli acquisti partendo da una semplice notizia.

6. LA NEWSLETTER CHE PARLA DI IMPEGNO E VALORE

Questo tipo di newsletter mira a fornire informazioni sull’azienda.
Puoi parlare dei tuoi impegni, della tua visione, dei tuoi valori, di come ti prendi cura del tuo marchio, della tua immagine di marca.
In questo esempio, Good Goût non parla solo di impegni con il suo pubblico, lo invita anche a scoprire i prodotti che sono stati pensati come “ecologici”. 

Lo si vede con l’inserimento di pulsanti di call-to-action, come ad esempio “I shop green” che rimanda ad una specifica landing page del sito di e-commerce. 

I vantaggi di questa newsletter?

  • Crea coinvolgimento;

  • Induce all’acquisto ispirando il target;

  • Crea coinvolgimento;· Induce all’acquisto ispirando il target.

7. ESEMPI NEWSLETTER BLOG

Le newsletter ricche di contenuti sono utilizzate dalla maggior parte dei blogger e dei siti web: l’obiettivo è essenzialmente quello di presentare i contenuti e invitare il lettore a cliccare su un link “leggi di più” per accedere all’articolo. 

Le più efficaci sono quelle che presentano un tema specifico ad ogni numero. Un approfondimento nella parte superiore della mail può dare un ulteriore valore aggiunto a questo canale di comunicazione. Un ottimo esempio sono quelle di Vanity Fair e Evaneos.

O anche Kinsta, specialista dell’hosting WordPress, propone una newsletter settimanale con i migliori suggerimenti e consigli per ottimizzare la tua strategia di marketing WordPress.

Per cosa sono quindi particolarmente efficaci questi esempi di newsletter?

  • Tenere aggiornati gli abbonati sui principali post della settimana (o del mese).

  • Aumentare il traffico sul proprio sito web.

8. NEWSLETTER EDITORIALI

Rendi la tua newsletter un appuntamento imperdibile.
Diversamente dalle email che abbiamo visto fin qui, che fanno riferimento a un sito web o a un blog per accedere ai contenuti, questo tipo di newsletter è un supporto autonomo.
Come una rivista, puoi creare un vero e proprio appuntamento con il lettore.
Possono assumere la forma di un articolo inviato direttamente o anche di una serie di articoli. 

In questo esempio di una newsletter L’essentiel mette in evidenza gli articoli scritti dalle varie riviste del gruppo Netmedia.

Ecco un altro esempio di newsletter il cui scopo è condividere contenuti.
Qui, senza dubbio, dall’intestazione, ci viene detto che si tratta di una newsletter: la Newsletter di Audrey Tips. 

Proprio come l’esempio precedente, questa newsletter mette in evidenza gli ultimi post del blog pubblicati in modo che gli abbonati non perdano i suggerimenti su spunti di content marketing.

Conclusioni

Ora tocca a te!
Questi esempi newsletter dovrebbero averti dato qualche idea per creare finalmente la tua. 

Un ultimo consiglio?
Non concentrarti troppo sui limiti tecnici: tutto è possibile!
Soprattutto se hai gli strumenti giusti.

Nel caso tu sia alla ricerca di un tool gratuito che ti permetta non solo di gestire le tue newsletter, ma anche le automazioni delle campagne email, le landing page e i funnel beh… divi assolutamente far riferimento a GetResponse.
Come ti dicevo, GetResponse ha un piano Free e altri piani a pagamento. Ma la cosa bella di GetResponse è che è facile, intuitivo, semplice da usare e ha un’assistenza tutta in italiano. E per di più ti offre uno sconto sugli eventuali upgrade del tuo piano!
👉🏻 Sì perché utilizzando questo link avrai diritto ad uno sconto pari al 10% sull’eventuale piano a pagamento che sceglierai. Figo, no?

Se invece vuoi da subito imparare ad utilizzare in modo avanzato e professionale GetResponse, allora non devi far altro che dare un’occhiata al corso che trovi sulla nostra Academy: “GETRESPONSE: la suite di automazioni per PMI & Professionisti”. Il titolo già dice tutto!

Un abbraccio forte dalle Canarie, e buone automazioni!
Stefano

TI SENTI SCHIAVO DEL WEB? 😰

Infinito: il numero degli strumenti che esiste. Uno: il catalogo di quelli che davvero ti servono, il nostro. 

👉 GRATIS OGNI SETTIMANA
3 STRUMENTI DI AUTOMAZIONE

Ti è piaciuto? Sharing is caring

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE...​

CERCA NEL SITO

Fai una ricerca interna al sito e trova le automazioni che cerchi.

(inserisci il testo e premi Invio)

I MIGLIORI TOOL
DI AUTOMAZIONE

Iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA per ricevere comodamente ogni settimana 3 strumenti di automazione e mettere il pilota automatico al tuo business!